Advertising

lolita xxx porno


Ciao amici, sono Samet, voglio davvero parlarvi di uno dei miei ricordi, anche se è un po ‘ lungo, con tutti i dettagli. Spero che leggerete e vi divertirete fino alla fine senza annoiarvi.

Prima di tutto, permettetemi di presentarmi, sì, il mio nome è Samet. Ho 37 anni, 175 di altezza, 80 kg, bruna, vivo a Konya, a cui piace vivere il piacere fino all’ultimo in ruoli sia attivi che passivi e ama spingere i limiti.

La mia esperienza è iniziata circa un anno fa, una notte in cui ero alla ricerca di un partner in mondi virtuali. Quando ho aperto il mio account su Facebook, ho visto che c’erano 6 richieste di amicizia, stavo esaminando e accettando i loro profili a sua volta, ma uno di loro ha ricevuto un messaggio non appena hanno accettato.

Salve, possiamo incontrarci? stava scrivendo.

“Certo”, ho risposto, e abbiamo iniziato a chiacchierare. Ha detto che si chiamava Erem, aveva 24 anni ed era completamente passivo. Quando ho detto che posso essere sia attivo che passivo, ha risposto che sarebbe sufficiente se tu fossi attivo per me. Stavamo parlando di ciò che ci piaceva e ci piaceva conoscerci meglio, la nostra mentalità si era adattata e ho capito che volevamo le stesse cose. Non potevo credere ai miei occhi quando ci siamo mandati le foto, aveva un corpo lucente e glabro. inoltre, era un po ‘ un tipo minuscolo.

I suoi fianchi erano piccoli. come se potessi tenergli entrambi i fianchi con una mano. Dopo aver inviato le nostre foto del viso l’un l’altro, ero nella mia testa e ho iniziato a sognare di avvitare Erem il prima possibile. Poi, quando ha detto che vivo da solo in casa mia, posso ospitarti, ho quasi saltato di gioia. Una persona completamente passiva che fa tutto ciò che voglio, si adatta ai miei gusti e vive da sola, cosa si potrebbe chiedere di più,

Ora ero completamente possessivo di Erem e stavo facendo piani su come lo avrei scopato e fatto sesso con lui. Questi pensieri mi hanno davvero fatto incazzare. Erano circa le 23: 30 a mezzanotte. Stavo pensando tra me e me che viveva da solo in qualche modo, e se avessi fatto un’offerta, l’avrebbe accettata, ci saremmo spenti l’un l’altro.

Ho scritto un po ‘ più tardi. Cosa stai facendo adesso?
“Niente, ho appena fatto una doccia, sto chiacchierando con te nuda”, ha detto.
La mia eccitazione è aumentata ancora di più. Ho detto che posso venire se vuoi.
Disse: “Ok, se puoi venire, sarò una donna fino al mattino, ti farò volare sopra le nuvole del piacere.”

Ok, dammi l’indirizzo, ho detto che verrò subito. Quando ha scritto l’indirizzo, l’acqua bollente è stata versata sopra la mia testa. Viveva nel distretto di Seydişehir di Konya. C’erano esattamente 90 km tra di noi. Tutte le mie speranze erano infrante, ero terribilmente annoiato. Non potevo né andare a Seydişehir, né avevo un posto da ospitare se veniva a Konya. Non potevamo andare oltre la chat virtuale.

Comunque, abbiamo finito quella notte, la notte del giorno dopo ho visto che aveva inviato innumerevoli messaggi su Facebook. Non ero molto interessato a quello che ha scritto perché non sarebbe più reale. Stavo scrivendo le risposte, mantenendolo breve in modo che non fosse rotto. giorni dopo giorni. Circa 20 giorni dopo, al lavoro, il capo mi ha chiamato nella sua stanza e mi ha consegnato un pezzo di carta con l’indirizzo e il numero di telefono.

Termina il tuo lavoro oggi, andrai a Seydişehir domani, il cliente ti accoglierà, prenderà le dimensioni dei mobili e tornerà. Ho subito pensato a Erem, ho detto al capo, fratello, ho un amico soldato lì, lo visiterò dopo aver finito, va bene? Va bene, ma non essere troppo tardi, ha risposto. Ho avuto una serata difficile, la mia eccitazione era ancora alta.

Quando ho visto che Erem era online, l’ho scritto immediatamente.
Pronto, cosa fai domani? Ho detto.
Ha detto che non ha mai lavorato lo stesso.
Ho detto, andiamo, sto venendo a Seydişehir, forse ci incontreremo.
Ha detto: “Ok, sto sicuramente aspettando.”
Ma ho detto che cosa farai?
Lui rispose: “Posso ottenere il permesso, va bene.

Dopo aver fatto la doccia e mi sono preparato, sono andato a letto, ho finito il mio lavoro fino a mezzogiorno del giorno successivo e ho chiamato Erem al telefono.

Quando dico che ho finito, sto prendendo una posizione, ha risposto: “Vieni.”Quando sono andato all’indirizzo che ha dato, ho visto che c’era un edificio di 4 piani nel sito vicino al Centro. Quando ho chiamato al telefono, ti ho visto e ho detto vieni al 2 ° piano, numero 4. Ho corso rapidamente su per le scale. Prima ancora di suonare il campanello, la porta si aprì. Potevo vedere la sua faccia solo dal lato della porta. Ha detto di entrare. Non potevo credere ai miei occhi quando sono entrato. Era nei vestiti che avevo scritto la sera precedente mentre chiacchieravo e che mi piacevano.

Un abito nero che rivela tutte le linee aderenti del suo corpo, iniziando appena sopra il seno e finendo nella metà dei fianchi, lasciando le spalle scoperte, calze nere che raggiungono le ginocchia sotto e lunghi tacchi. Non avevo capito prima che i suoi lunghi capelli che scendevano sulle sue spalle erano lunghi. Si era trasformata in una donna piena con il suo trucco.

Sono stato in grado di eliminare l’effetto su di me e dire che sei molto bella. Entrai nella stanza e mi sedetti nel mezzo della tre posti, la stanza si sedette proprio accanto a me. Non riuscivo a distogliere lo sguardo dalla pelle nuda esposta delle sue splendide gambe lisce Volevo baciarla.

Ha detto cosa posso offrirti tè, caffè o qualcosa di freddo. Potrei solo dire te. “Prendilo allora, sono tuo, bevilo al tuo cuore” disse sorridendo.

Spostai lentamente la mano sulle sue gambe, toccandole e accarezzandole, e cominciai a strisciare verso l’alto. Mi chinai e baciai le sue labbra mentre guardavo il suo viso, la stanza mi rispose e iniziammo a baciarmi. Mentre lentamente circondavo le sue labbra baciandole il mento e i fianchi, non ero seduto ozioso nella mia mano, accarezzando e accarezzando tra le gambe e i fianchi. Mentre mi tiravo indietro e lo guardavo, mi afferrò la maglietta e lentamente la tolse, si chinò e baciò i miei seni, quando mi appoggiai sul divano, le mie tette scivolarono tra le mie gambe baciandomi lo stomaco, si inginocchiò proprio di fronte a me, sbottonò la cintura e i pantaloni, si abbassò e lo tolse e lo gettò di lato. Sono così eccitato tenendo la fine del mio pugile e guardandomi in faccia, lo vedrò dal vivo ora, dicendo questo e appeso. Quando il mio cazzo indurito saltò fuori, afferrò il suo corpo con la mano e lo accarezzò lentamente, poi si chinò e lo prese dolcemente in bocca. È stato un piacere sentire la tua bocca calda e bagnata dal mio cazzo. Dopo averlo messo dentro e fuori dalla sua bocca a metà strada un paio di volte, è venuto dolcemente premendo e leccandosi la lingua dal fondo del mio cazzo alla sua testa e rapidamente rimetterlo in bocca. questa volta mi stava facendo impazzire cercando di prenderlo in profondità nella sua bocca.

Dopo che ho tolto il mio pugile e l’ho buttato via, ero completamente nudo. Erem leccato il mio cazzo per un lungo periodo di tempo, godendo. di tanto in tanto stava succhiando le mie palle, ea volte mentre leccava, scivolava giù e giocava dal fondo delle mie palle al mio buco. Ero come volare sopra le nuvole con il piacere che ho avuto. poi si rivolse al mio cazzo di nuovo, mettendo quasi tutto in bocca e tirandolo fuori, broncio e succhiare in esso, succhiare come succhiare tazze. A quel tempo, ero fantastico con la mia voce gemente, baby, leccala più velocemente, mettile tutte in bocca, molto bello, continua, ti tenevo i capelli e mi appendevo.

Mi alzai subito, rimettendogli il cazzo in bocca mentre lui era in ginocchio. La stavo tenendo per la testa, entrando e uscendo rapidamente dalla sua bocca, premendo per inserirla fino in fondo. i suoi occhi si laceravano, si sentiva come se stesse soffocando, il suo respiro era soffocato, e la saliva dalla sua bocca stava trasudando intorno al mio cazzo. Mentre chiacchierava, ha detto che gli piaceva duro, così gli stavo dando quello che voleva. Ho infilato il mio cazzo fino in fondo e ho aspettato mentre mi chinavo e schiaffeggiato duro sul suo fianco esposto, dove il vestito era stato tirato su e lei si stava godendo e urlando di piacere.

Improvvisamente ho tirato il mio cazzo e chinato e premuto per le sue labbra, mentre lo baciavo duro, lo posa di nuovo sul tappeto e ottenere tra le sue gambe. Il suo vestito era stato tirato su e il suo cazzo e il suo buco del culo erano di fronte a me perché non indossava mutandine. Ho premuto le gambe indietro e sollevato i fianchi in aria, il suo buco del culo stretto guardando grande di fronte a me. Quando ho premuto la lingua e ho iniziato a leccarla, ha trattenuto il respiro e gemeva, “Sei grande, leccala, amore mio, sì.”Stavo giocando con il suo buco facendo la mia lingua avanti e indietro, leccandone i lati e cercando di spingerla dentro di tanto in tanto, si lamentava mentre leccavo, stavo diventando più caldo quando ho sentito la sua voce. Quando mi leccavo la lingua di tanto in tanto e lo scivolavo fino alle sue palle e al suo cazzo, mi premeva la testa e mi spingeva a tornare nel suo buco. leccare il suo buco del culo con piacere e leccare bagnato,

Dopo un po ‘ Ho smesso di leccare e chinato su di lui e lo baciò di nuovo sulle labbra, sentendo il tuo respiro sul mio respiro Ho detto che voglio scoparti, ora voglio essere dentro il tuo buco stretto. Lui annuì con la testa e io mi tirai indietro e giacevo a terra. Erem si alzò e si tolse quello che indossava e la stanza era completamente nuda come me. Poi ha portato lubrificante dalla finestra successiva e ho messo il preservativo sul mio cazzo in quel momento. la crema erem è stata applicata liberamente al mio cazzo prima e poi al suo buco. Si sedette sulle mie ginocchia in posizione a cavalcioni, afferrò il mio cazzo con la mano, lo mise nel suo buco e cominciò a sedersi tranquillamente. stava lottando in primo luogo e stava spingendo e tirando indietro. Io, d’altra parte, stavo diventando impaziente dal basso e spingendo il mio cazzo in modo da poterlo inserire il prima possibile. mi ha frenato e ha preso il controllo, lentamente e con la pratica prendendo il mio cazzo. Quando finalmente è entrato, ho gemuto ” ohh ” e lui stava solo aspettando che lei si abituasse. “Troppo grande”, mi sussurrò, con una faccia tesa e tesa.

Already have an account? Log In


Signup

Forgot Password

Log In